La parola all’esperto: André Volkers e lo sviluppo reciproco

Di recente abbiamo parlato con André Volkers, Technical Sales Manager del settore degli oli per laminazione a freddo di Q8Oils. Dopo 11 anni di carriera in R&D presso uno dei principali attori del mondo industriale, nel 2010 ha iniziato a lavorare come Research Scientist nel gruppo Specialties di Kuwait Petroleum Research & Technology.  Nel 2012, è passato a Q8Oils con il ruolo di product manager Specialties, responsabile di prodotti come oli base, estratti, bitume e propellenti. Per oltre 2 anni ha ricoperto l’incarico di Technical Sales Manager per oli per laminazione a freddo nel settore dei fluidi per la lavorazione dei metalli.

Cold rolling oils
La transizione dagli oli base agli oli per laminazione a freddo è stata un’evoluzione naturale?

Il passaggio dagli oli base generali a prodotti ancora più tecnici arricchiti di particolari additivi è stata una grande sfida per me nel settore degli oli. È stato il mio background in chimica a suscitare l’interesse. Sono davvero contento di occupare oggi una posizione in cui posso realmente tornare a conoscere la composizione chimica dei prodotti, garantendo quindi che questi prodotti specifici forniscano un ottimo valore aggiunto ai nostri clienti più esigenti.

Quale evoluzione sul mercato degli oli ha attuato fin dall’inizio?

In Q8Oils, ci evolviamo nel settore dagli oli base dal gruppo I agli oli base dei gruppi II e III, passando da oli minerali puri a oli sempre più sintetici.

Questo olio base di ultima generazione ha diverse composizioni nonché diverse proprietà. Alcuni componenti chimici, come sostanze aromatiche e zolfo, possono essere contenuti negli oli base del gruppo I, ma sono difficili da trovare negli oli base dei gruppi II e III. Per migliorare i requisiti qualitativi e prestazionali, ottimizziamo il pacchetto di additivi chimici. Il nostro obiettivo è il miglioramento costante dei nostri oli e dei pacchetti di additivi per soddisfare esigenze in continuo cambiamento e sempre più pressanti in termini di performance, qualità, stabilità e durata.

Cosa può dirci dell’evoluzione del mercato dei fluidi per la lavorazione dei metalli?

Negli ultimi anni, le aspettative dei clienti nell’ambito dei fluidi per la lavorazione dei metalli sono notevolmente cambiate. I fattori ambientali, così come i requisiti relativi a qualità e finitura superficiale, sono diventati sempre più rigorosi. Al tempo stesso, si richiedono sempre maggiori risultati in termini produttivi, che implicano processi di trattamento sempre più rapidi, con un effetto importante sulle aspettative prestazionali dei lubrificanti durante i processi produttivi.

È un’autentica sfida supportare il cambiamento di questi processi offrendo contemporaneamente ai clienti soluzioni proattive.

Quali sono gli elementi trainanti del settore della laminazione a freddo?

Una delle principali considerazioni è l’ambiente. Ovviamente, i requisiti sempre più rigorosi posti dai governi influiscono pesantemente in quest’ambito. Il nostro obiettivo è ridurre continuamente le emissioni, tendenza che prosegue nel settore degli oli, sebbene l’impatto sul mercato della laminazione a freddo sia ancora più significativo.

Qual è la consapevolezza dei clienti che aderiscono a questi requisiti ambientali?

Ci sono clienti che ci rivolgono numerose domande sulla questione in quanto intendono ridurre le emissioni.
Altri a cui inviamo semplicemente informazioni sulle tendenze del mercato. Ciò implica garantire che siano sempre informati sulle ultime innovazioni del settore.

Avete una domanda specifica per André?

Quali sono le reazioni dei clienti alla consulenza offerta?

Davvero molto positive. Ci impegniamo a creare un rapporto aperto con tutti i nostri clienti per tenerli aggiornati nel modo più chiaro ed efficace possibile ed è un approccio che apprezzano. Inoltre sono felici di condividere le sfide con noi in modo da lavorare insieme per individuare le soluzioni migliori.

Abbiamo un portafoglio standard di prodotti, ma valutiamo costantemente le esigenze specifiche dei clienti e l’ambiente in cui operano, in modo tale da offrire anche prodotti su misura per applicazioni di laminazione a freddo specifiche.

Quali sono le principali sfide della laminazione a freddo?

Da una parte, il profilo deve essere ben raffreddato, quindi la viscosità dell’olio deve essere minore. Dall’altra, l’olio deve possedere eccellenti proprietà di lubrificazione per ottenere la lubrificazione e la finitura della superficie metallica. Lo stesso olio di laminazione a freddo si utilizza anche come lubrificante per i cuscinetti.

Lavoriamo con varie tecnologie additive in quanto vi sono molte attività di lubrificazione diverse a livello micro durante la laminazione. Per questo possiamo sempre fornire una lubrificazione ottimale degli impianti e del materiale da trattare.

In cosa consiste la sua settimana lavorativa tipica?

Come ho detto, il rapporto con i clienti è molto importante. Mi reco spesso presso i clienti del settore industriale. Inoltre, gestisco lo sviluppo di prodotti R&D e monitoro da vicino le analisi ricorrenti della qualità dell’olio.

Quanto è importante l’analisi della qualità dell’olio nel settore della laminazione a freddo?

Molto importante, soprattutto per garantire che l’olio si mantenga entro i requisiti prestazionali previsti. Inoltre, un olio di qualità scadente può costituire un primo indizio di problemi di filtraggio o fuoriuscite a livello idraulico, che possono sembrare problemi minori, ma apportano gravi conseguenze.

Il cambiamento nella viscosità dell’olio spesso non si riscontra guardando la macchina. A quel punto però le performance e la qualità dell’olio possono essere già nettamente compromesse.

Anche un problema di filtrazione rappresenta una minaccia reale per gli impianti di laminazione a freddo. L’olio può essere contaminato da particelle metalliche a seguito del processo di laminazione a freddo specifico. L’olio di laminazione a freddo viene riutilizzato continuamente ed è necessaria la filtrazione per rimuovere la maggiore quantità possibile di particelle metalliche. Talvolta però una quantità eccessiva di particelle metalliche può rimanere nell’olio, con conseguenze dannose sulla qualità della superficie.

Questo tipo di problema si può risolvere rapidamente con analisi regolari dell’olio, che consentono di adottare rapidamente azioni per la prevenzione dei danni.

Questo servizio di analisi è applicato come standard nel settore?

Ritengo che il servizio di analisi sia assolutamente necessario per sostenere il cliente nei processi produttivi. Tuttavia, sono certo che non sia un servizio standard nel settore. Implementiamo questo servizio per oli di laminazione a freddo come standard, oltre a fornire commenti e raccomandazioni.

Con la nostra analisi KRAS, andiamo oltre, grazie alla semplice condivisione dei risultati dell’analisi stessa. Intendiamo realmente collaborare con i clienti fornendo loro la consulenza necessaria sulla base della nostra esperienza e competenza. Poiché da anni svolgiamo analisi sia sulla qualità dell’olio sia sui processi produttivi, abbiamo creato una vasta knowledge bank da condividere con i clienti. Questo è uno dei grandi valori aggiunti di Q8Oils. Non ci limitiamo a fornire un prodotto, lavoriamo come un partner.

Grazie, André!

Andre Volkers

Dal nostro esperto Andre Volkers

André lavora per Q8Oils dal 2010, è un esperto di laminazione a freddo e ha un background in chimica.

Dal nostro esperto Andre Volkers



Suggerisci un argomento