Trafilatura del rame – Come si valuta la produttività? Parte 1

Questa serie di articoli concentra l’attenzione su cinque aspetti delle emulsioni per la trafilatura del rame che i produttori devono considerare al fine di ottimizzare la produttività e ridurre i costi di produzione.

Introduzione

L’attuale ambiente lavorativo globale pone sfide economiche ai produttori, rendendo l’incremento di produzione degli stabilimenti l’elemento chiave di una crescita positiva. Diventa quindi importante per le aziende essere in grado di valutare la produttività e comprendere gli aspetti utili ad aumentarla. Questo testo riporta i processi utilizzati per valutare e accrescere la produttività di un’emulsione per la trafilatura dei cavi in rame in modo da ridurre i costi di produzione presso gli stabilimenti e incrementare le performance di una trafilatrice.

Molti principi relativi al cambiamento della produttività sono ampiamente noti. Lean Thinking, Six Sigma, Kaizen e altri metodi sono tutti impiegati per evidenziare questioni problematiche, valutare procedure, snellire la produzione e apportare cambiamenti per migliorare la produttività.

Valutazione

Un modo semplice di incrementare la produttività di un’emulsione per la trafilatura dei cavi in rame prevede la valutazione del processo in diversi step della vita del prodotto al fine di fornire un’ampia prospettiva generale sulla gestione dell’emulsione, oltre alla consulenza pratica volta a ottimizzare le performance degli impianti. Gli step di valutazione comprendono:

  • tecnologia di lubrificazione nella trafilatura,
  • mantenimento del sistema di emulsione,
  • performance dell’emulsione di trafilatura,
  • assistenza tecnica del fornitore,
  • valutazione di tecniche e costi di smaltimento.

Tecnologia di lubrificazione nella trafilatura

I lubrificanti di trafilatura del rame sono oli solubili altamente specifici progettati per la miscelazione in acqua a concentrazioni tra il 2 e il 15% in funzione di una determinata applicazione; ed è importante comprendere la tecnologia del prodotto.  Un concentrato di olio solubile per la trafilatura contiene solitamente i seguenti tipi di additivi chimici:

olio minerale di alta qualità additivi di scorrevolezza
oli base puri stabili all’ossidazione additivi per prestazioni a pressione estrema
emulsionanti battericidi
additivi detergenti tensioattivi biocidi e fungicidi
agenti leganti tensioattivi antischiuma
inibitori della corrosione acqua

Gli utenti devono conoscere le proprietà fisico-chimiche delle emulsioni solubili per la trafilatura del rame per gestirne efficacemente l’uso e comprendere l’esigenza di rispettare precauzioni e procedure.

Domande sui nostri lubrificanti per il trafilatura del rame?

Lubrificazione per la trafilatura

I lubrificanti per la trafilatura agiscono a livello periferico e idrodinamico. La lubrificazione limite prevede un film sottile, in prevalenza a bassa velocità, tra l’interfaccia cavo/filiera e cavo/argano. La lubrificazione idrodinamica prevede uno film sottile all’interfaccia cavo/filiera ad alta velocità. I lubrificanti per la trafilatura possono essere convenzionali, semi-sintetici o completamente sintetici, ciascuno con proprietà di lubrificazione diverse. I prodotti semi-sintetici sono emulsioni olio-acqua con gocce d’olio in sospensione di diametro tra 0.8 e 1.0 micron. Questo è il lubrificante per la trafilatura più comune per il rame. Le gocce lubrificano sia la filiera, sia la superficie dell’argano, oltre a pulire le superfici, distribuendo e rimuovendo contemporaneamente i film di lubrificazione.

Fig1
Fig2
Fig3

mostra gli effetti e la comparazione della dimensione delle gocce d’olio.

mostra la goccia d’olio con gli emulsionanti fissati.

mostra l’effetto delle dimensioni delle gocce d’olio in un’emulsione, direttamente correlate all’aspetto caratteristico dell’emulsione stessa, da sinistra a destra, da semi-traslucido a traslucido a trasparente.

Stuart Duff

Dal nostro esperto Stuart Duff

Stuart lavora per Q8Oils dal 1985 ed è molto esperto in tutti gli aspetti della produzione dei Metalli.

Dal nostro esperto Stuart Duff


Suggerisci un argomento