Come si seleziona il grasso adatto?

Selezionare il grasso idoneo è essenziale per ottimizzare le performance di un’applicazione. Sebbene forniscano un’indicazione di massima del tipo di grasso da utilizzare, le specifiche di uso comune non sempre tengono conto di tutti i parametri e gli elementi di lavorazione che influiscono sulle performance e l’efficienza del sistema. Quest’articolo facilita la selezione del grasso adatto a una determinata applicazione.

In molti settori, le specifiche riferite al grasso sono descritte in modo alquanto generico, come: “NLGI (National Lubrication Grease Institute) n° 2 di alta qualità”, mentre in altri casi l’OEM specifica il grasso indicando il nome del marchio del prodotto con alcune informazioni aggiuntive, come una specifica DIN o ISO.

Un grasso specifico per ogni applicazione

La gamma di derivati petroliferi è comunque estremamente vasta e varia e ogni prodotto possiede qualità specifiche che lo rendono adatto a determinate applicazioni. Per raccomandare correttamente un grasso è necessaria una notevole percezione di tutti gli elementi coinvolti nella lavorazione:

  • Temperatura e condizioni operative
  • Regime di carico
  • Velocità di rotazione
  • Tipo di applicazione

Viscosità dell'olio base

La maggior parte delle applicazioni prevede la lubrificazione dei cuscinetti, in cui il parametro più importante è la viscosità dell’olio base, da non confondere con la consistenza prescritta da NLGI.

Per individuare la viscosità minima dell’olio base, è necessario conoscere i seguenti parametri:

  • Diametro medio del cuscinetto dm (mm)
  • Velocità di rotazione del cuscinetto (giri/min.)
  • Temperatura operativa (°C)

La figura riportata sotto mostra come determinare la viscosità minima dell’olio base per una determinata applicazione.

Select right grease chart 1
Select right grease chart 2

Ad esempio: diametro medio del cuscinetto 200 mm.

Velocità di rotazione 500 giri/min. temp. operativa 70°C

Step 1: diametro medio 200 mm

Step 2:  velocità di rotazione:  500 giri/min.

Step 3: definisce la viscosità degli oli alla temp. operativa => appross. 18 mm²/s

Step 4: 18 mm²/s è a 70°C ed a 40°C (seguite le frecce) è approssimativamente 60 mm²/s

Serve aiuto per selezionare il grasso adatto all'applicazione?

In che modo la velocità di rotazione del cuscinetto influisce sulla viscosità minima dell’olio base?

  • Velocità di rotazione del cuscinetto maggiori richiedono viscosità minore
  • Velocità di rotazione del cuscinetto minori richiedono viscosità maggiore

In che modo la temperatura operativa influisce sulla viscosità minima dell’olio base?

  • Temperature operative maggiori richiedono viscosità maggiore
  • Temperature operative minori richiedono viscosità minore

In che modo la velocità di rotazione del cuscinetto influisce sul diametro del cuscinetto?

  • Un diametro medio del cuscinetto maggiore richiede viscosità minore
  • Un diametro medio del cuscinetto minore richiede viscosità maggiore

Oli base e tipo di addensante

I grassi si basano comunemente su oli base minerali del gruppo I e II. Tali grassi sono adatti ad applicazioni con temperatura operativa fino a 120°C. Per applicazioni con temperature operative estreme (alte o basse), si utilizzano oli base sintetici con PAO o Estere. Questi oli base sono inoltre adatti ad applicazioni che richiedono intervalli tra cambi d’olio prolungati o quando sono necessarie omologazioni di grado alimentare e/o bio-degradabilità.

Oltre all’olio base, sono gli addensanti a determinare la struttura essenziale dei grassi e classificarli in diversi tipi. Si utilizzano diversi tipi di saponi addensanti e addensanti non saponi, ciascuno con proprietà specifiche, che possono variare per:

  • Resistenza all’acqua
  • Pompabilità
  • Punto di goccia
  • Stabilità termica
  • Stabilità meccanica

Gli addensanti a base di sapone possono essere divisi in addensante a base di sapone metallico (Li, Ca, Al, ecc.) e addensante a base di sapone non metallico (poliurea, argilla, gel di silice, PTFE, ecc.)

Proprietà prestazionali Li Ca idrato Ca senz’acqua Li-Ca Complesso di Li Solfonato di Ca
Stabilità termica Buono Scarsa Buono Buono Eccellente Eccellente
Stabilità al taglio Buono Buono Molto buono Buono Molto buono Molto buono
Resistenza all’acqua Buono Molto buono Eccellente Molto buono Buono Eccellente
Capacità di carico Buono Modesta Buono Molto buono Molto buono Eccellente
Punto di goccia Buono Scarso Buono Buono Eccellente Eccellente

Consistenza del grasso

Il grado NLGI, cioè la misura della consistenza del grasso, è determinato dalla concentrazione e dal tipo di addensante e, in misura minore, dalla viscosità dell’olio base. È possibile che un grasso abbia una consistenza elevata NLGI 3 e una viscosità dell’olio base di 40 mm²/s e anche che un grasso molto liquido (NLGI 00) abbia viscosità di 800 cst.

Una buona regola empirica è utilizzare grassi con gradi NLGI maggiori per velocità di applicazione minori.

La tabella seguente descrive le diverse classi NLGI.

Classe NLGI Numero di penetrazione Consistenza a temperatura ambiente
000 445-475 Molto liquido
00 400-430 Liquido
0 355-385 Semi-liquido
1 310-340 Molto morbido
2 265-295 Morbido
3 220-250 Semi-Morbido
4 175-2015 Solido
5 130-160 Molto solido
6 85-115 Estremamente solido

Performance del grasso

Queste proprietà sono definite principalmente dalle condizioni di applicazione: acqua, performance a pressioni estreme, vapore, temperatura, settore alimentare, bio-degradabilità, condizioni aggressive, ecc.

Per esempio, non è necessario utilizzare un grasso per temperature elevate quando il cuscinetto opera in prevalenza a temperatura ambiente. E un cuscinetto ad alta velocità con carico leggero non richiede additivi EP ad alte prestazioni.

Il sommario seguente riporta la gamma di grassi Q8Oils in termini di temperatura operativa.

Joris Leyers

Dal nostro esperto Joris Leyers

Joris è esperto in oli idraulici, oli per ingranaggi industriali, grassi e oli circolanti. Ha conoscenza del settore della carta e un interesse per gli scooter Vespa d'epoca. Joris lavora per Q8Oils dal 2003.

Dal nostro esperto Joris Leyers



Suggerisci un argomento